La pittura dal Duecento a Giotto

La pittura dal Duecento a Giotto

La pittura in Italia agli inizi del Duecento è dominata dalla cultura bizantina: quest’ultima trovò un’ampia diffusione su tutto il suolo italiano e si caratterizzò per le sue immagini molto solenni, quasi austere, ma spesso non prive di una certa raffinatezza e soprattutto diversificate su base regionale, a seconda delle diverse influenze.

A partire dal terzo decennio del XIII secolo però gli artisti iniziarono a riflettere sulla pittura di stampo bizantino, per poterla rendere più moderna e più aggiornata: questo avvenne soprattutto sotto la spinta della scultura gotica che, partendo dall’arte antica e ricevendo suggestioni dalla contemporanea scultura gotica francese, si dimostrò più “evoluta” rispetto alla pittura coeva raggiungendo risultati di dinamismo e drammaticità ancora sconosciuti in pittura.

Dal Duecento a Giotto

Il primo artista a tentare una svolta fu Giunta Capitini da Pisa, detto Giunta Pisano (Pisa, notizie dal 1229 al 1254), autore di diversi croci dipinte nella tipologia del Christus patiens, ovvero il Cristo sofferente sulla croce, che differisce dal più antico tipo iconografico del Christus Triumphans, vale a dire il Cristo trionfante, ancora in vita sulla croce (il primo esempio di Christus Triumphans fu il Crocifisso di maestro Guglielmo, 1138, Sarzana, Duomo). Osservando le croci dipinte di Giunta Pisano, si può notare come il corpo di Cristo assuma, nel tempo, una carica drammatica sempre più elevata (come nel Crocifisso di san Ranierino, 1250, Pisa, Museo Nazionale di San Matteo), che esula dai dettami dell’arte bizantina. E il tipo del Christus patiens nel Duecento riesce ad avere la meglio sul Christus triumphans per il fatto che gli artisti vollero iniziare a rappresentare il figlio di Dio più nella sua dimensione umana che nella sua dimensione divina (caratteristica tipica dell’arte bizantina).

dario.admin

web creative

Related Post

thumbnail
hover

I 5 Festival più belli del...

C’è chi viaggia alla ricerca della cultura, chi della natura e chi della musica: ecco i 5 festival musicali più importanti del mondo &nb...

thumbnail
hover

Musica per Viaggiare

Riparte il giro del mondo con SWISS e Alessio Bertallot, che ci guida in un viaggio alla scoperta di 10 Paesi attraverso la loro musica. Mus...

thumbnail
hover

Cinque mostre D’Arte da vedere a...

Mostre alla Pinacoteca Ambrosiana Via la Canestra di Frutta che va a Roma, con esattezza alla Galleria Borghese, ed ecco che alla Pinacoteca...

Leave us a comment

logged inYou must be to post a comment.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.